sabato 18 febbraio 2017

OBSESSION DI CONNIE FURNARI





TITOLO: Obsession

AUTRICE: Connie Furnari

GENERE: erotico

EDITORE: YouFeel Rizzoli RELOADED

DATA D'USCITA ebook: 27 Gennaio 2017

PREZZO: Ebook € 2,99






SINOSSI:



A trentotto anni Helena non ha prospettive per il futuro: vive in una sperduta cittadina del Midwest, lavora con scarsa convinzione e ancora più scarsi risultati in un'agenzia di assicurazioni, ha un marito che la tradisce e un figlio adolescente che la considera solo una seccatura. 

L'incontro casuale con Jaxon, di molto più giovane di lei, la sconvolge: lei non sa chi sia, né da dove venga, eppure con lui scopre di essere in grado di provare emozioni per troppo tempo dimenticate. Jaxon la guida attraverso un territorio inesplorato e sensuale fatto di trasgressioni che mai Helena avrebbe pensato di percorrere, facendole oltrepassare i limiti delle proprie paure. Ma quello che era nato come un rapporto liberatorio si trasforma presto in una trappola ossessiva e pericolosa. 


Un dark romance ad alto tasso di tensione, in cui niente è ciò che sembra.






RECENSIONE nr. 1:



OBSESSION … OSSESSIONE ed è proprio di questo che stiamo parlando!! Un romanzo che è un miscuglio tra un erotico, un dark e un thriller: tocca diversi argomenti e trasmette sensazioni tali da portarmi ad affermare ciò. 

Il testo si presenta diviso in tre parti. La prima inizia in pieno stile DARK, una sorta di Prologo/Epilogo, si parte dalla fine in un certo senso e già questo ci fa capire subito cosa dobbiamo aspettarci dalla storia. 

Poi arriva la seconda parte, il succo della storia che racconta quello che era successo un mese prima della prima parte. 

Helena è la protagonista, 38enne moglie e madre di famiglia, la cui vita però è tutt’altro che felice. Tradita dal marito e consapevole di esserlo, ha oltretutto un pessimo rapporto anche con il figlio 18enne, molto chiuso in sé e lasciato “affogare” nei suoi segreti. Entrambi i genitori sono già impegnati a risolvere i loro problemi coniugali e non. 

Vuoi una cosa o vuoi un’altra la nostra Helena cerca quello che non trova nel suo matrimonio altrove e lo trova in Jaxon un ventitreenne incontrato per caso che scopre successivamente essere un amico del figlio. E qui inizia la parte erotica, ricca di scene di sesso e anche in un certo senso romantica. Helena torna in qualche modo a vivere, si sente di nuovo donna con una persona a fianco che la rende felice e la capisce. Questo è almeno quello che sembra inizialmente… ma vi ricordo che la svolta in dark/thriller è davvero vicina! 

Scopriremo avvenimenti che hanno scatenato l’intera storia, un’ossessione, che solo inizialmente sembrava amore, talmente morbosa da portarci ad assistere a scene violente e da brividi. 

Alla fine giungiamo alla terza ed ultima parte: “tre settimane dopo”. 

E qui scopriamo come è andata a finire e nuove scelte azzardate.. perché, a quanto pare, l’ossessione e la perseveranza sono malattie di facile trasmissione! 



“Errare humanum est, perseverare autem diabolicum” 
e cioè
“Commettere errori è umano, ma perseverare (nell’errore) è diabolico.” 

La scrittura è scorrevole e viene descritto tutto molto bene. 

Una storia che lascia qualche insegnamento e anche un pò di angoscia perché molto paragonabile alla realtà e a fatti che, purtroppo, succedono realmente. 



Il mio voto è 



Buona lettura a tutti!






RECENSIONE nr. 2:






Questa storia nasce con ottimi presupposti… Una sinossi accattivante, di quelle che ti invogliano all’acquisto… Leggere di una donna alla soglia dei 40 anni che ormai si era arresa ad essere una figura marginale nell’ambito familiare, con un marito buono solo a rimproverarla, con cui ha una vita sessuale pari allo zero assoluto, un figlio che neanche le rivolge più la parola e ..dulcis in fundo, che s’innamora di un ragazzo di cui potrebbe essere benissimo la madre, credetemi, il tutto, non può che attirare attenzione!!! 

La storia all’inizio, ad essere sincera, mi ha preso molto, Helena è una donna come ce ne sono tante in giro, una donna ormai rassegnata ad una vita piatta e monotona…non riesce ad essere né moglie e né madre, ma non perché non ne sia capace, ma perché, la vita frenetica che conduce, l’indifferenza del marito, che tra l’altro la cornifica alla grande, e il muro che il figlio poco più che adolescente, ha eretto intorno a sé, non le permettono di farlo…così lei incomincia a trascurarsi anche fisicamente, non si vede bella e niente fa per migliorarsi. Subisce senza verbo proferire, per quieto vivere e perché ormai è rassegnata a questo stile di vita. Ma tutto cambia nel momento in cui incontra un amico del figlio…. 

Jaxon le fa nuovamente battere il cuore, le procura pensieri impuri e pulsioni che ormai erano sopiti da anni… 

Come per magia comincia a curarsi di più, vuole diventare la bella donna che era un tempo, per poter piacere a quel ragazzo che, con due complimenti e sguardi ammiccanti, è riuscito ad accendere l’interruttore che era rimasto in modalità OFF da anni!!! 

Non vi nascondo che questa donna mi ha fatto una pena infinita, per come viene trattata dalle persone care, dalle colleghe di lavoro, e in seguito, da Jaxon stesso, ma, nello stesso tempo, ho comunque ammirato il suo improvviso tornare a nuova vita riscattandosi agli occhi degli altri… 

Nessuno nell’intera storia è chi dice di essere, è un susseguirsi di eventi che a mio dire, hanno “pasticciato” la storia stessa, in parole spicce, si è persa strada facendo e questo è un peccato, perché il libro aveva una grande potenzialità. Non si può certo dire che l’autrice non scriva bene, per carità, così come pure le scene di sesso ricche di dettagli, ma, a mio avviso, e questo sempre per mio gusto personale, doveva strutturare meglio la storia, non so, magari farne una duologia, in modo da farci comprendere nello specifico il passato dei personaggi che si aggiungono al libro, dato che ne ha parlato in maniera molto sommaria. Per questo motivo il mio voto è 










1 commento:

  1. Grazie per queste bellissime recensioni, le ho apprezzate moltissimo. C'è una cosa che vorrei specificare a Mary: la lunghezza del romanzo non è dipesa da me, ma dalla casa editrice Rizzoli. Ovvio che se fosse dipeso solo da me, avrei potuto fare anche una trilogia. Grazie infinite ragazze, per il vostro tempo e per questo spazio, alla prossima!!!

    RispondiElimina