giovedì 15 giugno 2017

Tempismo sbagliato di Simona Burgio

Tempismo Sbagliato
Simona Burgio
268 pagine
Romanzo autoconclusivo nato come spin-off e sequel del primo Tempismo Imperfetto.

Trama:

Pensate che un uomo tatuato dal collo in giù, che ama ballare e fare scherzi, non sia in grado di fronteggiare i problemi che il tempismo sbagliato mette sul suo cammino? No? Beh, Bryant Cooper è pienamente soddisfatto della sua vita. Ha una donna e una figlia che ama, il lavoro che ha sempre desiderato… Ma i problemi preferisce farseli scivolare addosso, come un eterno Peter Pan gigante. A un certo punto, però, la vita gli metterà i bastoni tra le ruote e lui dovrà reagire. Riuscirà ad affrontare le cose con maturità? O rischierà di perdere la persona più importante della sua vita?
Non vi resta che scoprirlo.







Dopo aver avuto un “assaggio” su Bryant in Tempismo perfetto, non potete capire la mia gioia quando l’autrice disse che avrebbe scritto di lui…del bello, irriverente, tatuatissimo fratello minore di Jordan!!! La sua simpatia mi aveva conquistata già prima, ma in questo libro è stata qualcosa di spettacolare!!! Praticamente ho riso in quasi tutti i capitoli. Lui è un eterno Peter Pan, un ragazzone di 1,90 innamoratissimo della stupenda Maya, la sua compagna da 10 anni, e della loro figlia, la peperina Marley. L’amore per il ballo e per la musica li ha fatti conoscere e il loro rapporto è qualcosa di unico. Vivono l’uno per l’altro…lui il re, lei la sua regina…o forse è meglio dire lei la regina e lui il suo re, viste le volte che glielo fa ripetere nella loro infuocata intimità!!!

Bryant narra in prima persona l’intera storia e lo fa rendendo partecipe il lettore, tanto che, più di una volta, mi sono ritrovata a rispondere ai suoi quesiti, quasi a volerlo aiutare nei momenti in cui il suo savoir faire andava a farsi benedire…e questo succede per buona parte del libro!!! La principale causa dei suoi “scivoloni” è la tremenda gelosia che prova nei confronti della bellissima Maya, gelosia che assume dimensioni stratosferiche, quando la donna decide di aprire una scuola di ballo con Jeff, ballerino dal fisico statuario che fa il cascamorto con lei!! Ebbene, Bryant, perde completamente la testa, l ’odio verso quest’uomo lo rende qualcosa di indescrivibile e i pensieri che leggeremo nei suoi riguardi, vi posso assicurare che vi faranno sbellicare dalle risate!!!

Questo modo di fare, indispettirà non poco Maya tanto da essere il fattore scatenante che metterà in crisi il loro idilliaco rapporto...

Leggere il libro è stato per me “magico”. Avete presente quando leggete una storia e volete che non finisca mai?? E che quando spegnete il kindle lo fate con quel sorriso da ebete e con gli occhi a cuoricino?? Ecco, a me è successo proprio questo. Si sente sulla pelle l’amore in tutte le sue sfaccettature, amore per la famiglia, amore tra fratelli, amore nell’amicizia e in quei valori a cui oggi diamo così poca importanza. Il supportarsi a vicenda con sguardi, gesti e parole, che se pur dette con ironia e simpatica irriverenza, fanno di questo libro qualcosa di speciale.

I personaggi che gravitano intorno alla storia sono eccezionali, ognuno di loro ha delle caratteristiche che imparerete ad amare, che vi faranno ridere, emozionare, commuovere. Vorrei citarli uno ad uno, ma preferisco che voi possiate conoscerli man mano che leggerete.

Non posso però non parlarvi della passione tra Maya e Bryant, quei due sono una forza della natura!!! Sembrano dei quindicenni arrapati in pieno subbuglio ormonale!!! Sarà impossibile non immaginare un BJ canticchiare “ Oh, that’s the way ah ah ah. I like it, ah ah ah”..vi starete chiedendo chi o cosa sia BJ ?? E no mie care Girls, lo scoprirete solo leggendo!!!!

Non mancheranno le sorprese, piacevolissime sorprese che sono sicura faranno sciogliere anche i cuori più algidi!!!

Simona Burgio è una scrittrice che ho conosciuto da poco ma di cui apprezzo tantissimo il modo di scrivere. E’ diretta, simpatica e, cosa più importante, capace di creare una sorta di legame tra i suoi personaggi e chi li legge, tanto da renderli un componente aggiuntivo all’allegra famiglia Cooper. Sapevo che non mi avrebbe delusa con questo spin off e così è stato.

Vorrei salutarvi con un pensiero di Bryant che ho trovato meraviglioso e che dedico a tutti voi.

“ Forse la vita è come una preghiera. Non importa quante volte chiedi aiuto. Non importa quante volte cadi in ginocchio. Conta solo quanto ci credi e quante volte riesci a rialzarti. Se abbiamo la fortuna di essere amati, allora sarà tutto più semplice. E se la forza e l’amore prendono le sembianze di colei cha ha reso la mia vita una fantastica tela sulla quale dipingere una storia incredibile, allora posso affrontare qualsiasi cosa.”



Il mio voto sono le strameritate







Nessun commento:

Posta un commento