lunedì 18 settembre 2017

SOLO L'AMORE di Francesca Lesnoni



TITOLO: SOLO L’AMORE

AUTRICE: Francesca Lesnoni

EDITORE: Self

ROMANCE DI FORMAZIONE

AUTOCONCLUSIVO




TRAMA:


Lucia è scomparsa... nessuno sa che fine abbia fatto la dolce sorella di Carlo, unico indizio un biglietto:

"Non preoccupatevi, sto bene. Vado dove ho sempre desiderato essere, da che ho memoria..."

Nessuno però si preoccupa realmente della sparizione di Lucia tranne Pier che, innamorato da sempre di lei, decide di prendersi un anno sabbatico per dedicarsi alla misteriosa ricerca.
Per sua fortuna Pier potrà contare sull'aiuto di alcune persone, come i signori Dardi, due amabili vecchietti, che gli consegneranno dei bigliettini scritti da Lucia; o Luigi, un sapiente tappezziere con la passione per la lettura, che lo aiuterà a mettere ordine nei suoi taccuini pieni di appunti e divagazioni; o l’amatissimo padre che, al momento opportuno, saprà cogliere una traccia importante…
Ma, prima di trovare Lucia, Pier dovrà confrontarsi con una diversa percezione di sé e degli altri, rivisitare la propria vita, comprendere qual è il suo vero sogno...
Grazie al suo intelligente umorismo e piccoli colpi di scena, Pier si ritroverà su un aereo diretto a Parigi.
Sarà lì che finalmente rincontrerà Lucia?

Anche se può sembrare stolto o paradossale o folle, ho scelto la metà mezza piena del bicchiere, la sola che doni la vera gioia.
E sorrido
-->




DNF al 48%

Mi dispiace dover affermare che questo romanzo non mi ha coinvolto nella lettura, sono sincera ho iniziato a leggerlo aspettandomi qualcosa di molto profondo vista la trama, ma a mano a mano che continuavo la lettura non sono riuscita ad entrare nella storia e non avevo mai nessuno stimolo per continuare.
Ho proseguito nonostante tutto ma, poco prima della metà non ci sono più riuscita e l’ho abbandonato.
Non posso pertanto esprimermi in merito alla trama, magari dopo la metà la storia sfocia in qualcosa di sensazionale, ma non sono riuscita ad arrivarci per poterlo affermare.
Con questo non voglio dire che è un libro da non leggere, ma semplicemente non fa per me.
Questa Lucia scomparsa che non conosciamo mai di persona ma solo tramite le descrizioni degli altri, Pier che narra la sua vita da quarantenne, una scrittura piena di flash back che non mi hanno permesso di seguire bene le vicende.
Troppi pensieri esterni alla storia, riflessioni che portavano lontani dalla trama a riflettere su cose astratte e irreali. Insomma alla fine mi sono persa tra le righe e non ho capito più la vera trama.

“Sono uno che tende a divagare” 
“Altrimenti non arriverò mai al dunque.”

Queste alcune frasi che inserisce la scrittrice nelle primissime pagine del libro ... quasi a preannunciare che sarà, appunto, un continuo divagare.
Non posso dire che non riproverò più in là a rileggere questo libro, ma per ora non mi sento pronta a dargli nessun giudizio.

Lascio questa recensione con un semplice







Alla prossima Bookish!










-->

Nessun commento:

Posta un commento